I cani e i gatti possono essere celiaci. Possono infatti essere intolleranti al glutine, una proteina presente nel grano, ma anche nell’orzo e nella segale. Si tratta di un’allergia sempre più comune oltre a quelle alle proteine animali, come pollo e manzo.
Finora gli studi hanno portato alla luce di una celiachia solo nei cani di razza Setter irlandese, ma non è escluso che in futuro si dimostri che il campo può essere allargato a tutti i cani e i gatti, senza distinzioni di razza.
La celiachia è una malattia su base genetica. I sintomi più comuni sono cutanei, come prurito, secchezza, otiti e dermatiti. Oppure possono essere sintomi gastroenterici, come diarrea, costipazione, vomito e perdita di peso, ma anche debolezza ed anemia.

A lungo andare, la celiachia può causare danni al tubo digerente perché il glutine attacca lintestino tenue.
Se avete il sospetto che il vostro cane o gatto possa essere intollerante al glutine, meglio rivolgersi al veterinario che, con un esame del sangue ed una biopsia, riuscirebbe a riconoscere l’allergia.
Fonte: Noelife

Lascia una risposta