Giuliano Castellino e Giorgio Mosca sono ritenuti responsabili di aver organizzato una truffa da 1, 3 milioni di euro

(ANSA) Taroccavano i “buoni” per acquistare cibo gluten-free e in questo modo hanno truffato il Sistema sanitario regionale per circa 1 milione e trecento mila euro.
Per questo oggi i carabinieri del Nas, su richiesta del gip di Roma, hanno posto ai domiciliari due imprenditori titolari di punti vendita di integratori alimentari per soggetti affetti da celiachia: si tratta di Giuliano Castellino, leader romano di Forza Nuova, e Giorgio Mosca.

Ai due commercianti titolari dei punti vendita Bio Gluten Srl e Celiachia World sono stati sequestrati anche i conti corrente.

In base a quanto accertato dal procuratore aggiunto Paolo Ielo e dal sostituto Albero Pioletti, i due tra il maggio del 2016 e il dicembre del 2017 avrebbero consegnato alle Asl la documentazione contraffatta per ottenere i rimborsi. Ad allertare gli inquirenti i dirigenti di quattro Aziende sanitarie locali alla luce dei documenti palesemente falsi consegnati dagli indagati. “Una truffa odiosa. Il danno al ammonterebbe a circa 1,3 milioni di euro. Tuttavia il sistema sanitario regionale ha saputo reagire”, afferma l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato

Lascia una risposta