L’APPROVAZIONE DEL DECRETO MINISTERIALE CHE PREVEDE NUOVI TETTI DI SPESA PER GLI ALIMENTI SENZA GLUTINE E LE MODIFICHE AL REGISTRO NAZIONALE E’ STATO RINVIATO.

In Conferenza Stato-Regioni di mercoledì, il parere sullo schema di decreto ministeriale recante “Limiti massimi di spesa per l’erogazione dei prodotti senza glutine” è stato rinviato.

Tali tetti di spesa sono strettamente correlati ai Larn, i Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana, stabiliti dalla Società Italiana di Nutrizione Umana e aggiornati nel 2014.

Ridotto i tetti di spesa del 19%, ma la copertura del 35% dell’apporto calorico giornaliero da carboidrati gluten free rimaneva garantita.

Questi livelli costituiscono il punto di riferimento del fabbisogno energetico della popolazione, tenendo conto dei più diffusi stili di vita, dell’età e del sesso.

leggi anche –> http://www.celiachia.org/pronto-decreto-sui-limiti-massimi-spesa-lerogazione-gratuita-degli-alimenti-gluten-free/

Lascia una risposta