Questa ricetta di origini siciliane è dedicata a tutte le persone che devono evitare il glutine sia per celiachia che per intolleranza. Inoltre sono un’ottima alternativa per tutti quelli che vogliono mantenersi leggeri senza rinunciare ai dolci. Le feste di Carnevale appena passate sebbene in Toscana, aCastiglion dei Fibocchi venga festeggiato per Pasqua, non sono state per molti scorpacciate di cenci, frittelle e bomboloni in quanto sono quasi sempre fatti con la farina di grano doppio zero e manitoba ricche di glutine che devono essere evitati come la peste dai celiaci. I dolci ed i pasticcini in commercio non sono proprio invitanti, allora perché non farli con le nostre mani? Provate gli sfinci, morbide e gustose frittelle assolutamentegluten free. Vediamo gli ingredienti e la loro semplice realizzazione.

Le frittelle palermitane si possono preparare in due modi. Il primo prevede un impasto preliminare come i bignè cotti al forno o fritti mentre la seconda consiste di far lievitare la pastella e friggerla a cucchiaiate in olio abbondante, comunque sono entrambe farcite di ricotta, cioccolata e ciliegina rossa.

Ingredienti primo metodo:

300 g di farina per celiaci

  • 20 g di burro
  • 20 g di zucchero
  • 3 uova
  • 1 fialetta di aroma alla vaniglia
  • 500 ml di acqua
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero vanigliato q.b

Ingredienti secondo metodo:

500 g di farina per celiaci

  • 2 uova
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 30 g di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • 1/2 bicchiere di latte tiepido
  • 1 pizzico di sale
  • 1 litro di olio di semi
  • zucchero semolato q.b

Ingredienti ripieno valido per le due ricette:

250 g di ricotta mista o di pecora

  • 2 cucchiai di zucchero
  • gocce di cioccolato q.b
  • ciliegine rosse per decorare

Primo metodo: In un tegame dove avete messo a bollire l’acqua con unpizzico di sale, aggiungete il burro e tutta una volta la farina per celiaci e pochissimo zucchero facendo cuocere il composto fino a che si staccherà dalla pentola. Una volta tiepida amalgamate una alla volta le uova con un goccio d’aroma di vaniglia. Formate dei mucchietti con l’aiuto di un cucchiaino su di una teglia foderata di carta da forno e cuoceteli per 40 minuti circa o fino a quando saranno dorati. A parte mescolate la ricotta mista o di pecora con lo zucchero vanigliato e le gocce di cioccolato. Una volta raffreddate riempitele con la ricotta decorando ognuna con una ciliegina rossa. Prima di servirle cospargetele di zucchero vanigliato.

Secondo metodo: In una zuppiera stemperate le uova con lo zucchero, un pizzico di sale ed il lievito sciolto in latte tiepido. Ora versate tutta la farina ed una bustina di vanillina fino a formare una pastella soda non liquida. Altrimenti aggiungete altra farina. Mettete a riposare per un’ora in un ambiente caldo come il forno spento o calorifero. Quindi mettete una padella sul fuoco e versatevi l’impasto prelevato con un cucchiaino facendolo gonfiare come fosse una pallina. Una volta cotti scolateli dall’unto in eccesso e riempiteli con la ricotta come spiegato sopra. Serviteli tiepidi, cosparsi di abbondante zucchero semolato.

Lascia una risposta